Tg3 Comics - On the Road

a cura di Riccardo Corbò

  • Parte oggi e per tutto il fine settimana, l’edizione 2016 del TCBF: sempre più mostre, eventi, autori e ospiti italiani e stranieri per il Festival internazionale di fumetto e illustrazione in programma a Treviso dal 22 al 25 settembre

     

    Let’s grow“, “Cresciamo!”  è lo spirito e il tema dell’edizione 2016 del festival internazionale di fumetto e d’illustrazione in programma in a Treviso. Più sedi espositive e più prestigiose, più mostre e più ospiti, più laboratori e momenti di formazione. La crescita dunque non toccherà solo la rassegna  ma grazie alle numerose manifestazioni in scaletta coinvolgerà tutta la città e la renderà protagonista nello scenario europeo del fumetto e dell’illustrazione ma anche della creatività in generale.

    Il lato internazionale del TCBF continua a portare il meglio del fumetto e dell’illustrazione mondiale a Treviso. A iniziare dal Paese ospite: dopo Portogallo e Olanda, tocca all’Inghilterra, con una mostra a Fondazione Benetton che vedrà esposte matite del calibro di Dave McKean, Sean Philips, Posy Simmonds e David Lloyd.

     

    Dall’Inghilterra viene Katie Scott, punto di riferimento per l’illustrazione botanica e zoologica, che con il suo stile rimanda all’immaginario di Ernst Haeckel e Albertus Seba ed è seguita e apprezzata in tutto il mondo (in mostra a Spazio Paraggi).

    Inglese la casa editrice Nobrow, con la quale da tre anni il TCBF porta avanti un progetto di collaborazione che vedrà sbarcare a Ca’ dei Carraresi, nuova location TCBF, il francese Vincent Mahè (famoso per il suo libro “750 years in Paris“), l’hawaiana Emily Hughes (illustratrice per l’infanzia), lo spagnolo Ricardo Cavolo (dall’inconfondibile stile pop), l’irlandese Luke Healy (fresco di pubblicazione con la sua prima graphic novel “How to survive in the north“) e l’inglese Ben Newman, l’autore del famosissimo Astrogatto (pubblicato in Italia da Bao Publishing). C’è posto anche per il mercato mainstream: Ca’ da Noal ospiterà la mostra di Lee Bermejo, americano noto per il suo splendido “Batman, Noel“, e una fantastica esposizione delle tavole a colori del maestro USA Howard Chaykin.

     

     

    Quest’anno si festeggiano i 40 anni del movimento punk: a Londra un anno di eventi, a New York una mostra inaugurata al Queens Museum.
    A Treviso, grazie a TCBF, l’anniversario sarà celebrato nella ritrovata Sala d’Arme di Porta Santi Quaranta con una personale di John Holmstrom, storico direttore di Punk Magazine e copertinista dei Ramones, che per l’evento arriverà in città direttamente dagli USA.
    Insieme alle opere di Holmstrom, una carrellata di 40 omaggi ai mostri sacri del punk realizzata da altrettanti grandi fumettisti e illustratori vicini al movimento.

     

    Non mancheranno i maestri italiani. Il nuovissimo Museo Bailo aprirà le porte al TCBF con una mostra che metterà Manuele Fior, ultimo italiano a vincere il gran prix di Angouleme con “5.000 Chilometri al Secondo“, in parallelo con l’amato pittore dell’800 veneto Ippolito Caffi.
    Alla Galleria Papermedia ci sarà poi Paolo Bacilieri, due volte premio Boscarato, famoso tanto per le graphic novel con Coconino quanto per i suoi lavori su Bonelli, che presenterà in esclusiva un’opera underground per Hollow Press.

     

     

    È già nell’Olimpo del fumetto per bambini e ragazzi Gud, romano, celebrato a Lucca con il suo “Timothy Top” per Tunuè. Gud sarà esposto nella sede ex Umberto I di Borgo Mazzini. Infine, una mostra di tavole originali di Guido Crepax e di alcuni protagonisti della scena contemporanea, in omaggio all’eroina più sexy del fumetto italiano, sarà dedicata all’operazione “Viva Valentina” della Edizioni BD, ancora a Ca’ da Noal.

     

    Dai maestri alle giovani promesse. A Ca’ dei Ricchi la mostra “Dolce Stil Novo” presenterà una nuova generazione di autori di graphic novel, capaci di raccontare anche le più dure e complesse storie attraverso uno stile dolce e rotondo: Greta Xella, Fabio Mancini, Giopota, Sakka, French Carlomagno, Maurizia Rubino, Giulio Macaione, Diana Naneva.

     

    Non poteva mancare l’astro nascente Martoz, in mostra col nuovo libro uscito per Canicola da Papermedia, né tantomeno Alice Milani e Silvia Rocchi, reduci dai loro recenti successi. Le autrici presenteranno al Giardino Bistrot di viale Cesare Battisti il nuovo volume per Eris Edizioni. Infine, spazio a un talento locale: Paolo Gallina, che debutterà con la graphic novel sul rapper Tupac (Beccogiallo) a Ca’ da Noal.

    C’è anche chi viene dall’estero e racconta vicende italiane: Daniel Cuello e la sua guida illustrata alle serie TV (Beccogiallo) a La Feltrinelli e il camerunense Gaspard Njock col suo libro sul maestro veneziano “Aldo Manuzio” (Tunuè) alla Galleria del Liceo Artistico.

     

    Spazio all’autoproduzione, che cresce: quest’anno tocca a Mammaiuto e al suo talento esposto da Lobster Headquarter. Ecco allora una rassegna dei più importanti fumetti italiani prodotti col sistema di finanziamento dal basso crowdfunding. L’ex Umberto I ospiterà alcuni di questi progetti: da quelli dell’etichetta Radium a “Le ragazzine” di Ratigher fino a “Spider King” di Simone d’Armini e molti altri.

    A tema cinema e curata da ChickenBroccoli è in programma una mostra collettiva allestita all’aperto in Piazza Martiri di Belfiore, inaugurata in preview sabato 17 settembre con una grande festa di quartiere e performance musicali. E ci saranno la personale del torinese Marco Cazzato all’Eden Cafè, la collettiva su “Cocktail” di Studio Pilar al Cloakroom Cocktail Bar e infine il poliedrico talento trevigiano Nicola Ferrarese al Cavastropoi.

     

    Le premiazioni dell’ambito premio dedicato a Carlo Boscarato si svolgeranno nella consueta sede di Fondazione Benetton domenica 25 settembre.

    Sono tantissime poi le presentazioni, gli incontri, le conferenze e i dibattiti in programma. Si terranno tutti nella sede di Borgo Mazzini, luogo di incrocio e scambio per negozianti, editori, autori, fan e appassionati, dove 150 ospiti saranno impegnati a disegnare per il pubblico. E quest’anno, il 24 e il 25 settembre, si cresce e si raddoppia: confermata da ISRAA la sede ex Umberto I, un nuovo padiglione a tensostruttura troverà spazio nella prospiciente Piazza Matteotti per ospitare, sempre a ingresso gratuito, una seconda sezione della mostra mercato dedicata al fumetto nuovo, usato e d’antiquariato.

    Oltre alle mostre che quest’anno passano da 20 a 25, anche i workshop crescono di numero. Si potranno contare quello di Katie Scott sull’illustrazione botanica, quello sulla sceneggiatura dei personaggi pop del decano Tito Faraci (Topolino, Diabolik), quelli di sceneggiatura, fumetto, illustrazione e colorazione di altissimo livello della Scuola Internazionale di Comics di Padova, quelli per i più piccoli con Gud e con Matteo dell’Officina dei Mostri e quelli per ragazzi con Manfont che si svolgeranno alla sede del Progetto Giovani di via Dalmazia. Mentre al Liceo Artistico si terrà quello di Martoz. Da quest’anno TCBF anche grazie alla collaborazione con BigRock, la prima scuola di visual effects in Italia, partecipata da H FARM, che ha formato artisti che oggi lavorano nelle grandi case di produzione come Pixar, Disney e Paramount, porta alcuni workshop nel Campus Universitario di Ca’ Foscari. Infine, in collaborazione con ILLUSTRI di Vicenza, a Fondazione Benetton avrà luogo il talk a carattere formativo “Manuale non illustrato per illustratori”.

     

    E poi musica ed eventi collaterali. Come sempre, il giovedì (22 settembre) si caratterizzerà anche per il live di Holograph più Bruno Belissimo nella collaudata formula di Drink&Draw all’Eden Cafè. In collaborazione con Open Piave, sabato 24 avrà luogo all’ex Caserma Piave il launch party di Lahar Magazine che presenta il nuovo numero dedicato al punk. Sound by Jhon Montoya, Auza e Fare Soldi.

    Grazie al sostegno e al contributo di ConfCommercio, questo è il sesto anno consecutivo che viene replicato il progetto Cento Vetrine, partecipato da tutte le associazioni dei commercianti del capoluogo. Anche in questo caso si vuole crescere. Ormai 100 è infatti un numero simbolico visto che già nel 2015 le realizzazioni sono state oltre 200 e quest’anno, avviato il progetto in anticipo rispetto alle passate edizioni, TCBF mira a oltrepassare di lunga quella soglia e trasformare gran parte della città entro mura in una gigante tavola colorata sul tema “Treviso Città d’Arte: la grande pittura incontra il fumetto”.  Le vetrine recheranno anche le informazioni relative alla mostra “Francis Bacon: Un viaggio nei mille volti dell’uomo moderno” in programma dal 15 ottobre.

     

    Per tutte le info:

    Sito internet
    Facebook
    Twitter
    Youtube
    Tumblr

    Comments

    comments

  • Scrivi un commento

    Nota: La moderazion e dei commenti è attiva. Questo potrebbe ritardare la pubblicazione del commento.
  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Foto Blogger

Blogroll: