Tg3 Comics - On the Road

a cura di Riccardo Corbò

  •  

    di Riccardo Corbò –

    Napoli a primavera, da quasi vent’anni, si trasforma nella capitale del fumetto internazionale. Il Napoli Comicon è sul podio dei festival italiani del settore e porta nella città partenopea il meglio del fumetto mondiale, sia per quanto riguarda la produzione editoriale, sia per quanto riguarda gli autori ospiti.

    Ma il rapporto stretto tra Napoli e fumetto ha radici ben più lontane, e risale fino al 1897. Quello è infatti l’anno in cui Napoli compare per la prima volta come scenario di un personaggio a fumetti americano.
    E non un personaggio a fumetti qualunque, ma quello che viene considerato se non il capotistipe, sicuramente il portabandiera del cosiddetto “fumetto degli esordi”: Yellow Kid!

    La scelta di Napoli in questo contesto è molto interessante quanto rara: erano molti gli eroi dei fumetti che in quel periodo, per animare le loro storie, usavano il “grand tour” per avere nuovi spunti comici giocando sugli stereotipi di ogni nazioni che visitavano.
    L’Italia era fumettisticamente molto visitata ma di solito le città interessate erano Venezia, Roma, Pisa. Napoli in quel periodo compare solo in questo caso, ma alla grande, al posto di Roma e Pisa e con un pezzo da novanta assoluto quale Yellow Kid appunto.

    Partendo da Yellow Kid, vi vogliamo presentare una lunga, rara e inedita cavalcata degli scenari di Napoli e della sua costa, nei fumetti americani di oltre un secolo!

    Clicca sull’immagine per aprire la gallery

    gallery

  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Foto Blogger

Blogroll: